Ultime recensioni

martedì 22 maggio 2018

Recensione: "Absence. L'altro volto del cielo" di Chiara Panzuti

Buon pomeriggio, miei cari lettori! caffeinomani ^^
Finalmente, riesco a trovare un po' di tempo libero per recensire e uno degli ultimi libri letti, di cui non vedevo l'ora di parlarvi, è "Absence. L'altro volto del cielo", di Chiara Panzuti. Il suo esordio era stato, a mio parere, folgorante e, dopo aver amato il primo libro della serie, "Absence. Il gioco dei quattro" (QUI la mia recensione), ero ansiosa di buttarmi sul secondo capitolo. Ringrazio la casa editrice per avermi dato l'opportunità di leggere questo bellissimo libro e recensirlo.

Absence. L'altro volto del cielo
di Chiara Panzuti


Serie: Absence #2
Prezzo: 15,00 euro (cartaceo), 6,99 euro (eBook)
Pagine: 312
Genere: urban-fantasy, young adult
Editore: Fazi (collana Lainya)
Data di pubblicazione: 10 Maggio 2018


In "L'altro volto del cielo", nuovo capitolo della trilogia di Absence, è trascorso appena un mese dall'inizio del gioco insidioso di cui l'uomo in nero tiene le fila, e le coordinate dell'ultimo biglietto conducono Faith e i suoi compagni a Est. L'invisibilità è diventata per Faith, Jared, Scott e Christabel una strana routine, per sopravvivere in un mondo che non ha memoria di loro, e il motivo che li spinge a continuare il viaggio intrapreso per tornare a esistere. Ma il siero NH1 comincia a indebolire il fisico dei ragazzi e la conquista dell'antidoto si fa sempre più indispensabile. Soltanto Faith sembra resistere agli effetti collaterali e sviluppa un'inaspettata prontezza fisica e mentale. Sotto l'ombra dell'Illusionista e sulle tracce dei biglietti dell'uomo in nero, i ragazzi della squadra Gamma fronteggiano più volte le squadre degli Alfa e dei Beta: il gioco, però, comincia a svelare il suo lato crudele, che non accetta provocazioni né debolezze. Dopo uno scontro violento con una squadra avversaria nella base navale di Changi Bay, a Singapore, Faith scoprirà alcuni risvolti delle regole spietate dell'Illusionista e si troverà faccia a faccia con l'altro volto della competizione e di se stessa.

<<Anche se nuotassi a occhi spalancati, potrei finire addosso a un esemplare come quello senza neppure accorgermene. Le meduse pungono. Bruciano. A volte uccidono. Lo capisci ora? Capisci quanta differenza può fare chi non viene visto?>>

Leggere Absence. L'altro volto del cielo è stata un'esperienza che mi ha dato tanta soddisfazione. Questo nuovo romanzo di Chiara Panzuti - autrice che, sappiatelo, non mi stancherò mai di elogiare - si è rivelato un vero capolavoro e mi ha letteralmente ipnotizzata. Sono bastate poche pagine per ritornare ad amare e apprezzare le atmosfere e la tensione che avevano caratterizzato anche il primo romanzo. Gli enigmi, i personaggi, i viaggi, ogni dettaglio ha contribuito a farmi innamorare anche di questo secondo capitolo di una saga che considero, senza ombra di dubbio, geniale. Absence. L'altro volto del cielo è disponibile, in libreria, già dal 10 Maggio e, se non l'avete ancora acquistato, vi consiglio di recuperare al più presto. Nel suo nuovo romanzo, Chiara Panzuti ha concentrato così tanti elementi e novità che, una volta terminato di leggere, vorrete solo avere tra le mani il seguito. Ho sofferto nel terminare questo libro, perché ormai ero così dentro la storia, così presa dagli avvenimenti che è stato quasi traumatico non avere più pagine da leggere. L'autrice ha fatto davvero un ottimo lavoro, regalandoci un seguito che, se possibile, supera di gran lunga il primo libro.
Non si può, infatti, non gradire il ritmo più concitato e l'aumento delle scene d'azione, ma soprattutto l'introduzione di nuovi personaggi che contribuiscono a dare alla storia inaspettate prospettive. Il romanzo comincia proprio da qui, dai punti di vista dei nuovi personaggi, perciò non spaventatevi se, in un primo momento, non ritroverete quelli che già conoscevate bene. L'autrice ci apre una finestra sui punti di vista di un'altra delle squadre che sta affrontando la stessa sfida di Faith e i suoi amici, gli Alfa, i loro rivali più agguerriti, per poi concentrarsi esclusivamente su quello di Faith. Più che mai, in questo libro, è lei la protagonista indiscussa. Il viaggio per tornare a esistere è ancora molto lungo, l'invisibilità pesa sempre di più su tutti i protagonisti e gli effetti collaterali sono più disagevoli che mai. L'unica che sembra resistere meglio al siero NH1 è proprio Faith e questo attirerà l'attenzione di uno dei membri dell'Alfa, Ephraim, che vorrà la ragazza nella sua squadra. Ma Faith non è disposta ad abbandonare i suoi amici, che ormai sono diventati la sua nuova famiglia: Scott, che ritroveremo più maturo rispetto al primo libro (anche se quell'aria scanzonata non gliela toglie nessuno e lo si adora per questo); Christabel, indebolita dagli effetti dell'NH1 ma decisa a non arrendersi; e Jared, che vedremo avvicinarsi sempre di più a Faith, continuando ad essere un punto fermo per lei e gli altri.
Ancora una volta l'autrice ci trasporta da un posto all'altro della Terra, seguendo gli indizi lasciati  dall'uomo in nero, che non sembrano mai portare ad una vera e definitiva soluzione. I ragazzi sono stremati e, più cercano di non scoraggiarsi, più gli imprevisti li colgono di sorpresa e li costringono a combattere ancora e ancora, continuando a mettersi nei guai, a non sapere dove quelle prove li condurranno e se ritroveranno mai loro stessi. Eppure, nonostante tutto, riescono a tenere duro e, se necessario, saranno anche disposti a scendere a compromessi, a formare nuove alleanze, pur di raggiungere il loro obiettivo. La trama è più che mai trascinante, e come nel primo romanzo, anche qui si alternano scene d'azione ad altre più riflessive. Ci si interroga sulle proprie identità, sulla propria esistenza, su quell'invisibilità a cui non sanno ormai come sfuggire. Fa parte di loro, forse sarà così per sempre (<<Non si torna indietro dopo essere stati invisibili. Una volta che scompari, scompari>>). Faith, come vi dicevo, è il personaggio più importante del romanzo. Seguiamo le vicende attraverso il suo punto di vista e assistiamo alla sua evoluzione, che è davvero clamorosa. Molte delle sue paure verranno accantonate, la vedremo crescere, diventare ancora più agguerrita, ancora più decisa e motivata. Effetti collaterali dell'NH1 o semplice determinazione, questo personaggio riserverà non poche sorprese. Mai scontata e sempre coerente con se stessa e con i propri principi, Faith è sicuramente un punto forte del romanzo. L'autrice la metterà di fronte ad un bivio e lei dovrà scegliere da che parte stare, chi voler essere, per cosa combattere.
E anche se Faith è diventata più badass e istintiva, non potrà non dar retta alla voce del cuore, sebbene alcune convinzioni andranno riviste. Scelte difficili l'aspettano e un personaggio che le si avvicinerà e pretenderà attenzione, un Ephraim dotato di tante risposte quanti sorrisi irresistibili. Inutile dirvi che la cotta è partita sin dal primo momento, per me, e che questo nuovo personaggio è stato capace di catturare tutta la mia attenzione e rivelarsi moooolto interessante, tanto da oscurarne altri. Di certo, ha ancora molto da dare e, infatti, aspetto il prossimo romanzo per sapere cosa accadrà e come si evolveranno le cose. Se amate le storie avventurose, i misteri e le sfide di sopravvivenza alla Hunger Games, non potete assolutamente perdere questo romanzo. L'autrice ci regala uno young adult di qualità, in cui dei ragazzi lottano per ritrovare se stessi, per non perdersi, per esistere ancora. E lo fanno con grande coraggio. Il mondo continua ad essere la loro oscura mappa, l'Illusionista gioca sempre di più con le loro vite, ma i protagonisti non sono identità a sé, non più, sono gruppi, sono famiglie e solo uniti potranno fare la differenza. C'è ancora tanto da scoprire, eppure l'autrice in questo romanzo ci mette a conoscenza di molti dettagli che nel primo libro erano punti di domanda. Avremo, finalmente, molte risposte, ma ancora non tutto è svelato, il gioco continua. L'esperimento deve arrivare fino in fondo e nessuno di loro potrà sfuggire. E adesso giuro che non aggiungo altro perché vorrei parlare ancora così tanto di questo libro, che ho proprio adorato, ma rischierei di dirvi troppo, di fare spoiler e invece dovete scoprirlo come ho fatto io e lasciarvi conquistare, stregare, perché è questo che succede leggendolo! Absence. L'altro volto del cielo è un romanzo impeccabile, un piccolo capolavoro che si va ad inserire tra i libri più belli letti quest'anno. Complimenti all'autrice per la sua bravura nel creare una storia così intensa e originale, ma voglio che sappia che le darò il tormento nell'attesa del terzo capitolo, perché ne ho un bisogno immane!!!


Voto: 5 tazzine! Un romanzo stupendo, avventuroso e poetico. Da non perdere!

A presto!
xoxo

lunedì 21 maggio 2018

Pensieri di Dramanti: "My Princess"

Buongiorno, cari lettori e buon lunedì! ^^
Eccoci ad un nuovo appuntamento con la rubrica dedicata agli amatissimi drama! Dato che in questi giorni l'argomento principale sono stati i reali e il matrimonio tra Harry e Meghan, quale miglior occasione per parlare di "My Princess" e restare in argomento "royal"? :P La recensione di oggi è a cura della fantastica Angela, il drama è davvero da non perdere!

My Princess

Episodi: 16
Cast principale: Song Seung-Heon, Kim Tae-Hee
Anno: 2011
Genere: commedia romantica
Regia: Kwon Seok-Jang, Kang Dae-Sun
Network: MBC
Paese d'Origine: Sud Corea
Disponibile su: Viki


My princess si presenta come una commedia romantica con un tocco principesco, perché di principesse parla. Ha qualcosa di My Fair Lady, con Audrey Hepburn, anche se meglio non fare paragoni azzardati. Nel suo genere e per il mondo Korean drama, è davvero una commedia godibilissima. A me personalmente è piaciuta un fottio. La protagonista femminile è Lee Seol, interpretata da Kim Tae Hee, una studentessa di archeologia che scopre ben presto di essere l’erede dell’ultimo imperatore, quindi una principessa. EPIC WIN! E invece EPIC FAIL, perché la poverina dovrà faticare un bel po’ per riuscire a raggiungere lo status di principessa e dovrà lottare con un acerrimo nemico della monarchia. Hae Young, interpretato dal bellissimo Song Seung Heon, erede dell’impero industriale Dahean, proprietà del nonno di lui, fedele servo della corona, vuole impedire che la monarchia venga restaurata proprio per volere del nonno, perché questo significherebbe perdere tutta la sua eredità, che il vecchio userebbe come indennizzo per ripagare un vecchio debito contratto in modo poco ortodosso, con la corona. Hae Young non accetta Lee Seol, e invece che come una principessa, la tratta alla stregua di una qualunque. Non che lei si senta principessa; affatto. È una ragazza semplice, che non ha la benché minima idea di cosa voglia dire essere principessa o in che modo debba comportarsi una con tale titolo.
Compie uno sbaglio dopo l’altro, complice anche una second lead che proprio simpatica non è, diciamolo. Hae Young, quale diplomatico e detentore di buone maniere, viene costretto a occuparsi di lei, a istruirla al ruolo e a insegnarle il bon ton. Sarà un’ardua impresa, perché Lee Seol è de coccio! Ma fra uno screzio e l’altro, fra equivoci di vario genere, fra insulti di ogni tipo, fra i due scatta qualcosa (OVVIO, anche perché lui è Song Seung Heon. Mica pizza e fichi). Hae Young sente che sta succedendo qualcosa nel suo cuore e che questa ragazza, con la sua semplicità e gentilezza, lo sta conquistando piano piano. Arriverà a rinunciare al suo piano di rendere un fallimento la nuova ascesa della monarchia ai danni della principessa che ha imparato ad amare? Non ve lo dico, ovviamente. Guardatevi il drama. Vi dico solo che qui le dichiarazioni d’amore sono per vere romantiche. Toccano l’anima e fanno palpitare i cuoricini. Il drama è molto ben fatto, ricco di eventi. Va in una direzione per tre quarti circa, l’ultimo quarto è dedicato a una sorta di epilogo. Devo dire che ho molto apprezzato questo espediente, perché ha mostrato un dopo che ero curiosa di conoscere. Anche questo drama entra di diritto fra i miei preferiti. Dove c’è ammmore, ci sto io. E poi, voglio dire… c’è Song Seung Heun. Basterebbe guardarlo solo per lui. Buon drama a tutti, dramanti, dalla vostra Min Ji.


***Angy***

giovedì 17 maggio 2018

Blogtour: "L'amica perfetta" - Personaggi

Buongiorno, cari lettori! ^^
Eccoci ad una nuova tappa del blogtour dedicato a "L'amica perfetta". Ieri è andata online la tappa "Il thriller" su Non solo libri, oggi invece parliamo dei personaggi di questo nuovo, avvincente romanzo di E. Lockhart. Ringrazio immensamente Maria Cristina per avermi coinvolta nel blogtour, Clarissa Citterio per la bellissima grafica e la casa editrice per la collaborazione.

L'amica perfetta
di E. Lockhart


Titolo originale: Genuine Fraud
Prezzo: 15,90 euro 
Pagine: 315
Genere: thriller psicologico, suspense
Traduzione: V. Zaffagnini
Editore: De Agostini (collana Le Gemme)
Data di pubblicazione: 8 Maggio 2018


È furba, decisa, determinata. Jule West Williams nella vita ha subito tante ingiustizie e sa che cosa significa non avere niente. E per questo che ora nulla la spaventa. Jule non ha paura di scappare, innamorarsi, reinventarsi in mestieri e vite sempre nuovi, ma anche sempre più pericolosi. Ed è proprio tra una vita e l'altra che incontra Imogen. Le due ragazze non hanno praticamente niente in comune. Immie è ricca, di buona famiglia, vive tra New York, Londra e Martha's Vineyard. Ha tutto ciò che Jule ha sempre desiderato. Eppure tra loro c'è subito intesa. L'intesa diventa amicizia e poi ossessione: improvvisamente a Jule la vicinanza di Imogen non basta più. Lei vuole essere Imogen. In un attimo, il legame tra loro diventa un vortice che gira sempre più veloce. E da cui, una volta risucchiati, è impossibile uscire... vivi.

L'autrice

E. (Emily) Lockhart è l’autrice del bestseller mondiale L’estate dei segreti perduti. I suoi libri, molto amati dalla critica, sono stati tradotti in dieci lingue. È stata finalista al National Book Award, il più prestigioso premio letterario americano. L’amica perfetta, già bestseller del «New York Times», diventerà un film con due produttrici d’eccezione: Lena Dunham e Jenni Konner, della serie tv Girls.

I PERSONAGGI
Sono diversi i personaggi che incontriamo in questo romanzo, ma mi soffermerò ad approfondire quelli la cui presenza è più frequente. Ovviamente, la protagonista indiscussa è Jule, una ragazza che ama trasformarsi, cambiare sempre aspetto, essere tante persone, mai una sola. Cominciamo proprio dal suo identikit.

JULE (Juno Temple)
"Jule West Williams era una ragazza nella norma. Sebbene fosse difficile definirla brutta, non poteva nemmeno essere considerata uno schianto. Era bassa - appena un metro e cinquantacinque - e aveva l'aria di essere molto sicura di sé. I capelli erano corti, alla garzone,  e sotto le meches bionde si intravedeva la ricrescita scura. Occhi verdi, pelle diafana, una spruzzata di lentiggini. Vestita, era impossibile intuirne la forza. Juve aveva una muscolatura che sporgeva dalle ossa in rigonfiamenti possenti: come se fosse l'eroina di un disegnatore  di fumetti." Jule è una ragazza di diciotto anni. Nel corso del romanzo la vediamo cambiare sempre look, assumere l'identità di altre ragazze. "Non sapeva più che forma avesse la sua identità; o forse non c'era nessuna vera Jule, ma soltanto una serie di identità tra cui scegliere e mostrare a seconda della situazione." Ma è all'amica Imogen che somiglia di più. Finirà col copiarle il taglio e il colore di capelli, per esserle il più simile possibile, vestendo come lei, indossando le sue cose. Ha una vera e propria ossessione per l'amica. Lei è disinvolta e libera come Jule ha sempre sognato essere. In realtà, si sente molto una super eroina, inventa una storia sulle proprie origini, impara a difendersi, in modo tale che nessuno possa mai approfittarsi di lei. Ha una mente molto lucida e riesce a cavarsela in ogni situazione. Rinuncia a tutto per essere in quel modo, persino all'amore. "L'amore era ciò a cui bisognava rinunciare quando si diventava... ciò che lei era adesso. Una persona fuori dall'ordinario. Pericolosa. Aveva corso dei rischi e reinventato se stessa."


IMOGEN (IMMIE) SOKOLOFF  (Britt Robertson)
"Aveva delle fossette pronunciate e denti regolari. I capelli ossigenati, tagliati corti, mettevano in risalto le orecchie delicate, una delle quali forata da tre piercing. Le sopracciglia erano due linee sottili." Imogen è una ragazza bellissima e amata da tutti. Solare e spigliata, attira la gente come una calamita. Ama gli animali, ama viaggiare, ma non le piace mai restare ferma in un posto. Non ama quando le devono dire cosa fare, è una ragazza indipendente e libera, ma con un animo gentile. Le piace divertirsi, circondarsi di amici, ma non riesce a mantenere lunghe relazioni, perché quando una persona le si avvicina troppo, lei desidera allontanarsi. Per questo si ritiene una ragazza incasinata. "Voglio un posto in cui sentirmi a casa, ma voglio anche fuggire [...] Voglio legarmi alle persone, ma voglio anche tenerle lontano. Voglio essere innamorata e scelgo dei ragazzi che non mi piacciono nemmeno."


PAOLO VALLARTA-BELLSTONE  (Darin Blaine Wilkens)
"Aveva i capelli neri [...] e delle sopracciglia delicate. Guance rotonde, occhi castani e labbra morbide e rosse, carnose. Denti perfetti. Paolo era il tipo di ragazzo che gira il mondo zaino in spalla, che chiacchiera con gli estranei mentre è davanti al nastro portabagagli e nei musei delle cere. Un abile conversatore." É un ragazzo di sangue misto (madre filippina, padre americano). Ha un sorriso che ogni volta fa sciogliere Jule. Quando lei gli è davanti non capisce più niente e perde la lucidità. Paolo è un ragazzo molto dolce e generoso, anche un po' ingenuo, che si lascia manipolare da Jule, senza sapere davvero chi è. "Era asciutto, con muscoli ben definiti: forse uno scalatore, decisamente non un culturista. Doveva avere sangue bianco e orientale nelle vene, pensò Jule. Aveva capelli neri e folti, un po' troppo lunghi. Sembrava che avesse trascorso del tempo al sole." 


FORREST (Haavard Kleppe)
"Pallido e magro, apparteneva a quea categoria di uomini gracili che sono a disagio al cospetto di donne più muscolose di loro. Era dinoccolato [...] Portava un paio di occhiali da intellettuale, si stava facendo crescere una barba che non si infoltiva mai e teneva i capelli lunghi raccolti in una crocchia. Aveva ventidue anni e stava scrivendo un romanzo.Forrest è l'ex ragazzo di Immie. La loro storia non dura molto, Imogen si stanca facilmente dei suoi ragazzi. Forrest, però, sembra tenere particolarmente a lei e quando si scopre cosa le è successo, è l'unico a fare davvero qualcosa, a non credere alle apparenze e a coinvolgere la polizia. Con Jule non ha un buon rapporto. Lui è sempre pronto a contraddirla.


BROOKE  (Bailey De Young)
"Brooke aveva delle cosce robuste, la mandibola squadrata, lucidi capelli biondi che portava sempre uguali. Pelle diafana e gloss trasparente sulle labbra. Un look da sportiva. Era cresciuta a La Jolla. Beveva troppo, al liceo giocava a hockey sul prato e aveva avuto una sfilza di fidanzati, anche una fidanzata, ma nessun vero amore." Brooke è un'amica di Imogen. Crede di conoscerla meglio di chiunque altro e si intromette nella sua amicizia con Jule, dicendole le cose chiaramente come stanno. Non ha filtri, è sincera e un po' svampita. La sua sincerità, però, non è molto apprezzata da Jule, che la vede come una rivale, oltre che un personaggio scomodo nella sua vita.


CALENDARIO BLOGTOUR
E dopo questa tappa, non perdete le prossime di questo fantastico blogtour! Qui sotto trovate i blog che partecipano all'iniziativa. Ancora interessanti approfondimenti vi aspettano! ;)



Spero questa tappa vi sia piaciuta ;) Per qualsiasi dubbio o curiosità, non esitate a scrivermi! "L'amica perfetta" è un romanzo che sicuramente farà scaturire numerose domande, ma è anche una storia così particolare che non mancherà di affascinarvi!

A presto!
xoxo

martedì 15 maggio 2018

Blogtour: "L'amica perfetta" di E. Lockhart - Presentazione

Buongiorno, carissimi lettori! ^^
Oggi ha inizio il blogtour dedicato al nuovo romanzo di E. Lockhart, autrice de "L'estate dei ricordi perduti". Il suo romanzo d'esordio mi aveva letteralmente incantata, ecco perché ho desiderato tanto leggere anche questo nuovo romanzo dell'autrice. Anche in questo caso ci troviamo di fronte ad un thriller psicologico young adult, ma qui la protagonista sviluppa una morbosa ossessione per la migliore amica, fino a trasformarsi in lei e a compiere azioni piuttosto sconcertanti. Non vi rivelo di più, perché vi aspetta una storia davvero unica. Seguite il fantastico BT, organizzato dalla dolcissima Maria Cristina, se volete saperne di più ;) Un grazie speciale a Clarissa Citterio per aver realizzato la stupenda grafica.

Dalla penna magistrale dell’autrice bestseller di L’estate dei segreti perduti, una nuova suspense psicologica che non lascia scampo: un romanzo unico, diabolicamente congeniato e sorprendente.

L'amica perfetta
di E. Lockhart


Titolo originale: Genuine Fraude
Prezzo: 15,90 euro
Pagine: 315
Genere: thriller psicologico, suspense
Traduzione: V. Zaffagnini
Editore: De Agostini (collana Le Gemme)
Data di pubblicazione: 8 Maggio 2018


È furba, decisa, determinata. Jule West Williams nella vita ha subito tante ingiustizie e sa che cosa significa non avere niente. E per questo che ora nulla la spaventa. Jule non ha paura di scappare, innamorarsi, reinventarsi in mestieri e vite sempre nuovi, ma anche sempre più pericolosi. Ed è proprio tra una vita e l'altra che incontra Imogen. Le due ragazze non hanno praticamente niente in comune. Immie è ricca, di buona famiglia, vive tra New York, Londra e Martha's Vineyard. Ha tutto ciò che Jule ha sempre desiderato. Eppure tra loro c'è subito intesa. L'intesa diventa amicizia e poi ossessione: improvvisamente a Jule la vicinanza di Imogen non basta più. Lei vuole essere Imogen. In un attimo, il legame tra loro diventa un vortice che gira sempre più veloce. E da cui, una volta risucchiati, è impossibile uscire... vivi.

L'autrice

E. (Emily) Lockhart è l’autrice del bestseller mondiale L’estate dei segreti perduti. I suoi libri, molto amati dalla critica, sono stati tradotti in dieci lingue. È stata finalista al National Book Award, il più prestigioso premio letterario americano. L’amica perfetta, già bestseller del «New York Times», diventerà un film con due produttrici d’eccezione: Lena Dunham e Jenni Konner, della serie tv Girls.

cover originale del romanzo

Calendario Blogtour


Se, come me, avete amato L'estate dei segreti perduti, non potrete non innamorarvi anche di questa storia così particolare e la sua controversa protagonista. Mi raccomando, segnatevi le date delle tappe e seguiteci in questo breve ma intenso viaggio alla scoperta de L'amica perfetta ;)

A presto!
xoxo

mercoledì 9 maggio 2018

Anteprima: "Absence. L'altro volto del cielo" di Chiara Panzuti

Cari lettori,
domani è un grande giorno perché arriva nelle librerie un bellissimo e imperdibile romanzo. Sto parlando di "Absence. L'altro volto del cielo", di Chiara Panzuti, per la collana LainYA di Fazi Editore. Mi era piaciuto davvero tanto il primo libro, "Absence. Il gioco dei quattro" (QUI la recensione) e ho atteso con pazienza di poter, finalmente, leggere il seguito. Ringraziando immensamente la casa editrice, ho avuto l'opportunità di leggerlo in anteprima e, ragazzi, credetemi, questo libro è STUPENDO, non volevo più staccarmene! Ancora adesso ne sento la mancanza, nonostante lo abbia finito da giorni! Beh, non perdetelo domani, vi assicuro che ci sono in serbo per voi bellissime sorprese, un'avventura sempre più eccitante e personaggi magnifici, destinati a rubarvi il cuore. 

Dopo Il gioco dei quattro, è in arrivo L’altro volto del cielo, il secondo volume della trilogia young adult Absence, l’incredibile storia di un gruppo di ragazzi diventati invisibili, alla ricerca di una soluzione che permetterà loro di tornare a casa. 

Absence. L'altro volto del cielo
di Chiara Panzuti


Serie: Absence #2
Prezzo: 15,00 euro
Pagine: 200 ca
Genere: urban fantasy, young adult
Editore: Fazi (collana LainYA)
Data di pubblicazione: 10 Maggio 2018


In questo nuovo capitolo, "L'altro volto del cielo", le coordinate fornite dal misterioso uomo in nero conducono Faith e i suoi compagni a Est. Il siero che li rende invisibili comincia a danneggiare il fisico dei ragazzi, per i quali la conquista dell'antidoto si fa sempre più indispensabile. Soltanto Faith sembra resistere agli effetti collaterali e sviluppare sempre più prontezza fisica e mentale. Dopo uno scontro violentissimo con una squadra avversaria nella base navale di Changi Bay, Singapore, la ragazza, esausta per la lotta, perde coscienza e viene catturata. I suoi carcerieri, membri della stessa organizzazione ideatrice del siero, hanno un'insinuante proposta da farle: unirsi a loro. Tormentata dai sensi di colpa ma affascinata dalla possibilità che le viene offerta, Faith dovrà scegliere tra il suo gruppo, i suoi amici, e un futuro indipendente in cui far sviluppare le proprie doti di combattente, dimentica di tutti e da tutti dimenticata. Potranno l'amore e la lealtà verso ciò che ha di più caro convincere Faith a non cedere alla seduzione della forza?

L'autrice

Chiara Panzuti nasce nel 1988 a Milano, città in cui attualmente vive. Diplomata in studi classici, frequenta un corso di Illustrazione e Animazione Multimediale presso l’Istituto Europeo di Design. Coltiva la passione per la scrittura da quando è piccola. Di prossima pubblicazione l’ultimo volume della trilogia, La memoria che resta
 
Su Absence è stato scritto: 
«Chiara Panzuti affronta un tema importante, e lo fa con una penna lucida e una storia avvincente: si addentra nei meandri delle dipendenze virtuali, analizzando ciò che resta di una vita che appare sempre più anonima e schiava del progresso». 
Giulia Ciarapica, «Leggere:tutti» 

«Chiara Panzuti ci regala un libro nuovo, originale, che tiene svegli di notte: Absence è perfetto per tutti ed è sicuramente un romanzo che dovete assolutamente leggere!». 
«Il colore dei libri» 

«Complimenti alla scrittrice di questa insolita e incredibile storia. È un viaggio nell’animo umano narrato con grande sensibilità e rara maestria». 
«Crazy For Romance»

cover primo libro della serie
******
Ho amato davvero tantissimo questa storia e non vedo l'ora di parlarvene per bene, molto presto, in una recensione. Intanto, correte domani a comprare Absence. L'altro volto del cielo e non esitate a contattarmi se, dopo averlo letto, sentirete il bisogno di sfogarvi con qualcuno :P


A presto!
xoxo

Rubrica: WWW Wednesday #43

Buon pomeriggio, miei adorati lettori! ^^
Ritorna l'appuntamento settimanale con una delle mie rubriche preferite. Adoro parlare delle mie letture e mi piace conoscere le vostre e scoprire nuovi, interessanti romanzi da aggiungere alla mia infinita wishlist. 
WWW Wednesday è una rubrica ideata dal blog Should Be Reading e riguarda le mie letture attuali, passate e future. Prevede che io risponda a tre domandine, ovvero:

What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)
What did you recently finish reading? (Quale libro hai finito di recente?)
What do you think you'll read next? (Quale libro pensi sarà la tua prossima lettura?)

WHAT ARE YOU CURRENTLY READING?
Ho iniziato "L'amica perfetta", di E. Lockhart, lo sto leggendo in anteprima in previsione di un blogtour al quale partecipo. Sembra molto intrigante, anche se non ho ancora capito dove vuole andare a parare. Spero di scoprirlo presto! "Begin Again", di Mona Kasten, contavo di finirlo in breve tempo ma sto ancora a metà, forse non mi sta prendendo come mi aspettavo.


WHAT DID YOU RECENTLY FINISH READING?
Finito di leggere il bellissimo "Absence. L'altro volto del cielo", di Chiara Panzuti, che esce DOMANI e che vi consiglio di non perdere assolutamente. Lo smarrimento per la fine di questa lettura, mi ha portata a passare il weekend su un libro completamente diverso, un fantasy fuori programma che però desideravo leggere da tanto. Lo avevo cominciato tempo fa, in inglese, e finalmente ho deciso di riprenderlo e terminarlo: "The Winner's Curse", di Marie Rutkoski. L'inizio mi ha preso abbastanza, ma poi mi ha un po' deluso strafacendo. Ve ne parlerò meglio nella recensione prossimamente.


WHAT DO YOU THINK YOU'LL READ NEXT?
 E come prossime letture restano invariate quelle della scorsa settimana, ovvero "L'ottava confraternita" di Alessia Racci Chini e "Tutto il buio dei miei giorni", di Silvia Ciompi.

******
Queste le mie letture settimanali. Cosa ne pensate? Quali sono le vostre?


A presto!
xoxo


Recensione: "L'ascesa dei re" di C.S. Pacat

Miei cari lettori caffeinomani,
oggi recensisco per voi "L'ascesa dei re", di C.S. Pacat, l'ultimo capitolo di una saga davvero bellissima che mi ha preso il cuore. Quando l'ho iniziata non avevo idea dell'effetto che mi avrebbe fatto, soprattutto una volta conclusa. Devo ammettere che mi ha sorpresa sempre di più e i suoi protagonisti resteranno tra i più indimenticabili di sempre, per me. Se non l'avete ancora letta, vi consiglio di darle un'opportunità, perché merita veramente. Intanto, se volete, potete leggere QUI la mia recensione al primo libro, "Il principe prigioniero", e QUI quella al secondo, "La mossa del principe".

L'ascesa dei re
di C.S. Pacat


Titolo originale: Kings Rising
Serie: Captive Prince #3
Prezzo: 12,00 euro
Pagine: 309
Genere: M/M romance, fantasy storico
Editore: Triskell Edizioni
Data di pubblicazione: 19 Marzo 2018



Damianos di Akielos è tornato. Ora che la sua identità è stata svelata, Damen deve affrontare il suo padrone, Laurent, come Damianos di Akielos, l'uomo che il principe di Vere ha giurato di uccidere. Sull'orlo di una battaglia epocale, il futuro dei loro due regni è in bilico. A sud, l'esercito di Kastor si sta radunando, mentre a nord le forze del reggente si mobilitano per la guerra. L'unica speranza di Damen è allearsi con Laurent per sconfiggere insieme i loro usurpatori. Ma anche se la fragile fiducia che condividono resisterà alla rivelazione della vera identità di Damen, sarà sufficiente per sventare l'ultimo e più spietato piano del reggente?

<<Non sei mai stato uno schiavo, Damianos. Sei nato per regnare, come me>>

Non volevo proprio dire addio a questa bellissima serie, ma purtroppo si è conclusa. Mi sono affezionata sin da subito al mondo creato dalla Pacat e ai suoi protagonisti e non ringrazierò mai abbastanza la Triskell Edizioni per averla portata in Italia. La serie Captive Prince si è distinta grazie ad una trama intricata e a dei personaggi talmente ben caratterizzati da diventare memorabili. Impossibile non innamorarsi di Damen e Laurent, i due protagonisti della serie, il cui rapporto, nell'arco di tre libri, si evolve in maniera lenta e graduale, facendoci assaporare mille emozioni diverse. Sinceramente, credo che questi due personaggi resteranno tra i migliori in assoluto di cui ho letto, specialmente Laurent, la cui personalità mi ha davvero sorpresa. Quest'ultimo romanzo può dirsi il romanzo della resa dei conti. Infatti, sia Damen che Laurent dovranno sconfiggere una volta per tutte, non solo i loro demoni interiori, le loro paure, le loro reticenze, ma anche i due uomini che più di tutti hanno fatto loro del male, coloro che hanno complottato per distruggerli, privandoli di ciò che apparteneva loro di diritto, privandoli, in più occasioni, anche della loro dignità. L'ascesa dei re riprende da dove si era concluso il romanzo precedente, con la rivelazione della vera identità di Damen. Finalmente, questo personaggio che è stato costretto ad abbassare la testa per due libri, a sopportare le angherie e il giogo dei suoi aguzzini veriani, a nascondere la sua vera natura, prende in mano le redini della sua vita e incarna il ruolo per cui è nato, ciò che è destinato ad essere: il re di Akielos.
Ma anche Laurent vuole prendersi ciò che è suo e che lo zio, il reggente, vuole portargli via definitivamente. Damen e Laurent hanno unito le forze - la mente geniale di uno e l'esperienza in battaglia dell'altro - perché solo così riusciranno a raggiungere il loro obiettivo. Ma il reggente è uno stratega furbo al pari di Laurent e continua ad essere sempre un passo avanti, ad ostacolare il nipote in ogni modo possibile. Eppure, in questo capitolo finale, scopriremo come invece Laurent sia capace di tener testa anche alle trappole peggiori dello zio e a cavarsela, come sempre, grazie ai suoi mille talenti nascosti, al suo spiccato intuito. Una continua sorpresa questo personaggio, a cui non sfugge nulla e che sa sfruttare qualsiasi situazione a proprio vantaggio, anche le più negative. Damen, dal suo canto, cercherà di appoggiare Laurent come meglio può, perché crede in lui e perché ormai non può più negare i sentimenti che lo legano al principe. Il loro legame, così precario fino al romanzo precedente, si farà, finalmente, più saldo. I due saranno capaci di superare le barriere che li ostacolavano, tutto ciò che li frenava per ragioni anche molto valide, e vivere più liberamente i loro sentimenti. Ho amato tantissimo questo romanzo anche per la forza che entrambi i personaggi hanno dimostrato nell'affrontare loro stessi, per il coraggio nel mettere da parte dubbi, imbarazzi, odio. Decidono di fidarsi l'uno dell'altro perché ormai hanno imparato a conoscersi, a conoscersi intimamente, profondamente. Ne hanno superate molte insieme, si sono salvati la vita a vicenda più volte, sono diventati amici, compagni d'avventura, amanti. E adesso è arrivato il momento di continuare a tenere la testa alta, di non rinnegare nulla, di sfruttare la loro unione per uno scopo più alto: la loro ascesa.
Tra intrighi, rivelazioni e colpi di scena, questo romanzo è stato capace di tenermi avvinghiata a sé, fino all'ultima pagina. L'ho letteralmente divorato. I capitoli si susseguono ad un ritmo ancora più concitato rispetto i libri precedenti. Battaglie e conquiste, tappa dopo tappa, si alternano a scene più romantiche e sensuali, tant'è che il vostro cuore non avrà mai tregua. La Pacat ha fatto davvero un ottimo lavoro con quest'ultimo capitolo della trilogia, non credevo potesse migliorare ancora, eppure è stato così. Cercare di spiegare quanto sia bello questo libro non è facile, posso solo consigliarvi di recuperare la serie, se non l'avete ancora fatto, perché è assolutamente imperdibile. Ogni personaggio è ben costruito, lo stesso Laurent non smette mai di rivelarci qualcosa di nuovo del suo carattere, qualcosa che va a sommarsi a tutti i motivi per cui o lo si ama o lo si ama. Damen è un personaggio altrettanto bello, è coraggioso e sincero, ha una tempra d'acciaio e se anche si piega non si spezza. Ho ammirato la sua tenacia così come il suo desiderio di rivalsa e mi ha fatto sciogliere il cuore il tormento a cui è stato sottoposto nell'avere accanto il principe e nel volerlo amare più di quanto avrebbe voluto odiarlo. Alla fine, impara ad apprezzare tutto di Laurent, che troppo presto ha dovuto prendere sulle proprie spalle la responsabilità del comando e tener testa alle continue sfide dello zio. Freddo, macchinatore sì, ma anche onesto e leale, con una grande forza di volontà. Il principe dà grande prova del suo valore, dimostrandosi all'altezza di quel ruolo che per troppo tempo e ingiustamente gli è stato negato. Lui non è come il fratello Auguste che ha perduto, ma può essere comunque un buon re, forse migliore di lui. Anche in questo romanzo emergeranno forti echi del passato, quel passato doloroso che incombe inesorabile su entrambi i protagonisti e che con coraggio dovranno affrontare e superare. Un altro personaggio interessante, che merita menzione, è Jocasta, la donna che ha tradito Damianos, complottando col fratello e mandandolo a Vere come schiavo. Una donna bella quanto subdola, che non mancherà di mettere ancora scompiglio, e che scopriremo essere più simile a Laurent di quanto si creda. Insomma, una storia complessa, personaggi profondi e in continua evoluzione, un amore che vince contro ogni ostacolo, due eroi valorosi in grado di compiere un cammino arduo ma anche di arrivare alla meta con determinazione. Questo romanzo è veramente ricco di tutto, azione, sentimenti e sorprese, oltre che uno stile affascinante che adorerete. E vogliamo parlare della perfezione del capitolo finale? No, non potete capire se non leggendolo, credetemi! Non so come farò senza più romanzi di questa serie, mi auguro che la Pacat non ci lasci troppo tempo orfani e scriva presto qualcos'altro, perché davvero ne ho bisogno!

Voto: 5 tazzine! Un romanzo meraviglioso, un crescendo di emozioni e due personaggi indimenticabili. Un finale di saga impeccabile!

A presto!
xoxo

Cover Reveal "Fox" di S.M. Lumetta

Buongiorno, carissimi lettori! ^^
Oggi uno splendido Cover Reveal per voi! Collaboro da poco con la nuova casa editrice Hope Edizioni, ma già adoro le sue uscite. Una in arrivo a breve, esattamente il 20 Maggio, stuzzicherà anche la vostra curiosità, ne sono certa! Si tratta di "Fox", un romance di S.M. Lumetta, di cui oggi scopriamo la cover e anche la trama. Una storia leggera, ma anche interessante, in cui la protagonista deve fare i conti con la distinzione tra sesso e amore per non rovinare una bella amicizia. Ci riuscirà? Staremo a vedere :P Intanto, godetevi la cover qui sotto in tutto il suo splendore... 

Fox
di S.M. Lumetta


Serie: Bodhi Beach #1
Prezzo: 5,99 (eBook) 16,99 (cartaceo)
Pagine: 342
Genere: romance
Editore: Hope Edizioni
Data di pubblicazione: 20 Maggio 2018

E cosa sarà mai un po’ di sesso fra amici? Sophie Fordham non aveva mai pensato molto alla maternità, finché il suo corpo non la costrinse a farlo. Con l’insorgere della menopausa precoce, adesso lei sa che, se vuole un bambino, deve farlo adesso o mai più. Quindi cosa può fare una ragazza single e con una pessima situazione finanziaria? Fare ciò che tutti sanno, sicuramente. Fox Monkhouse è il miglior amico di Sophie dall’asilo. A questo bel surfista baciato dal sole non mancano di certo le donne, ma lei spera che possa metterle da parte per darle una mano. Tra i due non vi è mai stato nulla di romantico e il fatto di chiedergli di “inzuppare il biscottino” è stato davvero imbarazzante. Per non parlare di quando si dovette passare al balletto vero e proprio... Quando Fox accetta l’impresa, Sophie è entusiasta. Ma presto si renderà conto che questa opportunità di avere un bambino le costerà cara. Mantenere separati il sesso e i sentimenti non è chiaramente ciò che sa fare meglio, soprattutto quando ad essere coinvolto è il suo miglior amico. Se la relazione non si trasforma in qualcosa di nuovo, potrebbero distruggere per sempre l’amicizia di una vita.

L'autrice

S.M. Lumetta è nata a Detroit, Mi, e vive a Brooklyn, NY. Sin da ragazza ha sempre amato le storie in tutte le loro forme, soprattutto libri e film. Questa passione ha ispirato le sue storie e più avanti è stata travolta dalla necessità di condividerle. Il suo genere di lettura preferito è il romance, subito seguiti da horror e crime novels. Ama viaggiare e ha una lista dei desideri piena di città da visitare a lungo e più di una volta. Ha una valanga di t-shirt particolari, è incline al sarcasmo e un terrificante amore per la oxford comma.
cover originale del romanzo
******
Allora, che ve ne pare di questa cover bella e solare? Rispecchia parecchio quella originale, a me piace molto e sono anche intrigata dalla trama, mi sembra il romance adatto da leggere con questo caldo estivo, non trovate anche voi?


A presto!
xoxo